Mauritius: una meta paradisiaca per i miei 30 anni

Si ha l’impressione che sia stata creata prima Mauritius e poi il paradiso, e che il paradiso sia stato copiato da Mauritius”, scriveva Mark Twain nel suo diario di viaggio.

Per questo motivo ho scelto Mauritius come meta del viaggio per i miei trent’anni: un compleanno all’insegna di relax e sole come avevo sempre sognato.

Ho già svelato qualche particolare su Instagram e nel mio video dedicato a questa meta tropicale, ma ora vi racconterò ogni dettaglio!

L’ISOLA DELLE MERAVIGLIE

Mauritius si trova nell’Oceano Indiano, ad est del Madagascar, ed è un isola ricca di meraviglie: la vegetazione lussureggiante, i paesaggi, le specie animali e vegetali uniche al mondo, le cascate, il mare cristallino e la barriera corallina, sono solo alcuni dettagli che rendono questo luogo speciale per una vacanza indimenticabile.

Insieme a Saint Brandon, Rodrigues, le isole Agalega e all’isola francese di Rèunion, fa parte delle isole Mascarene.

INFORMAZIONI UTILI

  • L’isola, con capitale Port Luis, è da sempre una democrazia stabile, che possiede uno dei più alti PIL pro-capite di tutta l’Africa. L’economia si basa in prevalenza sulla coltivazione della canna da zucchero.
  • La popolazione è per il 70% composta da persone provenienti dall’India e le lingue ufficiali sono il francese e l’inglese, ma si parla anche il creolo.
  • La moneta locale è la rupia mauriziana, ma l’euro viene accettato quasi ovunque e sui taxi. Vi suggerisco di usare quando possibile la carta di credito, per evitare di viaggiare con troppi contanti o di cambiare soldi in eccesso. Vi sconsiglio di cambiare i soldi negli hotel ma di preferire gli appositi uffici, dove il tasso è solitamente più favorevole.
  • La guida è a destra, fattore da considerare se avete intenzione di noleggiare un’auto. Ecco uno dei motivi per cui ho scelto il villaggio turistico e escursioni organizzate!
  • Must have in valigia: crema solare con alto fattore protettivo, cappello per proteggersi dal sole, scarpette per la spiaggia e repellenti contro le zanzare. Se non alloggiate in resort o grandi alberghi, portare con voi un adattatore inglese per la corrente.
  • La situazione sanitaria è buona, non sono richieste vaccinazioni. Se la vostra permanenza è lunga, valutate un’assicurazione sanitaria.

PERIODO E CLIMA

Il mio viaggio si è svolto nel mese di novembre, uno dei periodi ottimali per visitare l’isola.

Mauritius possiede infatti un clima tropicale con due stagioni principali: l’estate, calda e umida da novembre/dicembre ad aprile, e l’inverno, il periodo secco, da maggio a novembre.

Anche in estate, le condizioni metereologiche cambiano velocemente ed è facile incappare in temporali, che però sfumano in poco tempo.

HOTEL

Questa è stata la mia prima volta in un villaggio turistico, scelto con l’obiettivo di godermi al massimo un relax senza pensieri. Su indicazione di Tatiana dell’agenzia “Muraro Viaggi“, ho prenotato la mia vacanza presso il villaggio Veratour, che suggerisco caldamente a chi desidera organizzare una vacanza come l’ho vissuta io. Ho apprezzato molto l’ambiente, l’animazione coinvolgente, le escursioni organizzate dal tour operator e i consigli che mi hanno fornito per organizzare i miei prossimi viaggi. Grazie ancora Salvo, Denisa, Paolo, Pier e Francesco.

Se avete un’occasione speciale da festeggiare, la struttura è in grado di indicarvi i ristoranti della zona e di organizzare anche il trasporto in taxi.

Per esempio, per la sera del mio compleanno ho cenato al Domaine Anna, dove ho degustato dell’ottimo pesce di prima scelta a un prezzo irrisorio, in un’atmosfera elegante e raffinata.

ALCUNE ESCURSIONI

Mauritius non è solo mare e sole, ma ha una storia e una cultura da scoprire.

I primi giorni abbiamo visitato il sud dell’isola, scoprendo la parte selvaggia e paesaggistica. La prima tappa è stata a Troux aux Cerf, un vulcano spento da dove poter ammirare la costa nord e ovest di Mauritius. In seguito abbiamo visitato una fabbrica di velieri fatti a mano, costruiti con attenzione e cura nei dettagli. Ci siamo poi diretti visto la Statua Shiva, alta 33 metri, e a pochi km abbiamo raggiunto il Tempio Induista più importante dell’isola.

L’escursione è terminata con la visita della cascata di St. Denis all’interno della foresta Black River e le famose terre dei sette colori.

LE SPIAGGE

Ecco un elenco delle migliori spiagge di Mauritius, secondo una guida locale:

  • Le Morne (a sud-ovest)
  • Trou aux Biches (a nord)
  • Flic en flac (ad ovest)
  • Grand Baie (a nord)
  • Belle Mare (ad est)
  • Bel Ombre (a sud)
  • Blue Bay (a sud est)

In linea generale, la zona Nord è più è calda, a Sud è più ventilato.

Le Morne è una delle spiagge più rinomate di Mauritius. Prende il nome dell’imponente montagna oggi patrimonio dell’UNESCO situata proprio a ridosso della spiaggia, in questa magnifica lingua di sabbia bianca e acqua cristallina.

Mi sono goduta un’escursione in mare a bordo di un catamarano, che mi fece scoprire la parte est dell’isola giungendo a ridosso delle cascate di Grande Riviere Sud-Est. Un delizioso barbecue ha accompagnato il nostro viaggio fino ad arrivare all’Isola dei Cervi, nota per la sua caratteristica spiaggia dalla sabbia bianchissima.

Per seguire i miei viaggi e i miei lavori in tempo reale, ti aspetto su Instagram e nelle stories –> @lucilladalpozzo

Guarda il video su YouTube:

Copywriter Sara Lucietto